Caparezza vince il premio per il Miglior Tour Alternative

Va a Caparezza il premio per il Miglior Tour Alternative 2015-2016, sezione dei Tim On Stage Music Awards, ovviamente per lo stupendo spettacolo messo su con “Museica“.

Che fosse il Miglior Tour Alternative italiano, noi lo sapevamo già, solo nel 2015 ci siamo stati almeno 4 volte e credeteci quando vi diciamo che nessuna è stata ripetitiva: nessun concerto del capa è uguale a quello precedente o a quello successivo (ricordiamo bene la data del 24 Marzo 2015 – un anno fa – a Napoli… Specie il Post Concerto con smarrimento portafogli annesso e baule auto rotto. NDA).

Davanti al pubblico di RaiDue che ha trasmesso l’evento, al rapper è andato il riconoscimento grazie agli 8275 voti raccolti. In lista c’era anche Levante, Marlene Kuntz, Ministri, Verdena e lo Stato Sociale.

Con il suo “Museica Tour”, Michele Salvemini ha portato il suo estro in giro per l’Italia e l’Europa facendo il pieno di successo di pubblico e critica. Secondo alcune indiscrezioni, in questi giorni sarebbe tornato in sala di registrazione per preparare il nuovo attesissimo album.

Il premio per il Miglior Tour Alternative, quindi, per noi è ampiamente meritato, non lo diciamo solo perché siamo suoi fan dichiarati (vedi progetto cover): Il “Museica Tour” è stato (ed è) un perfetto connubio di Musica, Teatro, Storia dell’Arte, Impegno Sociale e Cultura… Tutto senza mai smettere di saltare, se no nsulle note di ChinaTown, quando il pubblico si tramuta da onda ad unico abbraccio.

Sì, il Museica Tour è stato il Miglior Tour Alternative dell’anno passato e lo sarebbe stato anche senza premio!

Facciamo i nostri complimenti (non che ne abbia bisogno) al Capa ed aspettiamo la prossima data utile per fare ancora un po’ di ripasso.

Questa vittoria ci ha ridato un po’ di fiducia, forse la Musica Italiana può ancora sperimentare, differenziarsi, pensare fuori dagli schemi ed essere comunque ascoltata.

Alleghiamo a questo articolo un video preso da YouTube, di uno spezzone del Museica Tour dal punto di vista del pubblico: magari chi non c’è stato riesce a farsi un’idea.


Fonti:

http://goo.gl/eEnL81

http://goo.gl/TsGUR2

Commenta con Facebook

commenti