Streaming Batte Download

Streaming batte Download

Straming batte Download: la pirateria si combatte abbassando i prezzi!

Almeno negli USA, ma siamo certi ben presto anche in Europa ed in Italia, i proventi dei produttori di musica digitale in steraming hanno superato quelli del download.

la fonte della notizia è la Recording Industry Association of America (Riaa):  i proventi da servizi come Spotify, Apple Music e Pandora sono nel 2015 cresciuti del 29%, per un totale di 2,41 miliardi di dollari pari a una quota del 34,3% del mercato nazionale.

Secondo  Cary Sherman, presidente e CEO della Riaa, la quota dei ricavi prodotti da questi format digitali sorpassa quella di ogni altro comparto dell’industria dell’intrattenimento.

Il numero degli utenti paganti dei servizi di streaming online musicali è aumentato del 40% l’anno scorso:

nel 2015 Spotify, ad esempio, ha raggiunto i 28 milioni di utenti a pagamento in tutto il mondo e attualmente si sta avvicinando alla soglia dei 30 milioni.

Un altro dato interessante è che grazie allo streaming in abbonamento ed al conseguente calo dei prezzi per il pubblico finale, anche la pirateria musicale si è ridotta notevolmente: speriamo che ora si faccia qualcosa per gli artisti che decidono di affidarsi al digital download per distribuire la propria musica.

“Il consumo di musicasta andando alle stelle, ma i proventi per gli artisti non stanno tenendo il passo”, ha rilevato Sherman, aggiungendo: “sono necessarie riforme per livellare il sistema ed assicurare che l’intera comunità musicale possa trarre pieni e giusti proventi dal proprio lavoro”.


Fonti:

http://goo.gl/fehVsT

Commenta con Facebook

commenti